Design Italy entra nel portafoglio di GELLIFY | Gellify

Design Italy entra nel portafoglio di GELLIFY

Nel nostro portafoglio di investimenti è entrata Design Italy, piattaforma eCommerce dedicata al Made in Italy di prodotti di design di lusso, esclusivi e ricercati, orientata all’export e alla promozione nel mondo del tessuto produttivo d’eccellenza italiano.

Design Italy è un digital marketplace, multiseller e multicategoria che mette in contatto i digital buyer di fascia alta di tutto il mondo, con selezionati produttori italiani di oggetti di design, promuovendoli su territorio nazionale e internazionale.

Design Italy_home page

La startup innovativa ha avviato nel maggio 2020 una campagna di crowdfunding, realizzata in collaborazione con la piattaforma 200Crowd.com, traguardando l’obiettivo massimo di 500.000 euro, risultato raggiunto grazie al supporto di investitori che hanno creduto nella validità del progetto e hanno deciso di supportare l’azienda. Un ruolo chiave in questa operazione è stato svolto proprio da GELLIFY, grazie al quale Design Italy ha avviato un piano di sviluppo che parte dal rinnovo tecnologico del sito e porta alla conquista di nuovi mercati.

Siamo lieti di sostenere Design Italy e il suo fondatore nel loro percorso verso il successo.afferma Fabio Nalucci, CEO e Founder di GELLIFYCrediamo che la piattaforma aiuterà le piccole e micro imprese italiane nella loro espansione internazionale, attraverso la capacità di aggregazione di Design Italy e il suo approccio data-driven“.

Grazie quindi anche al nostro supporto il primo importante passo per l’ambizioso percorso di crescita di Design Italy è stato quello di rivisitare completamente il sito designitaly.com anche in vista della sua localizzazione nelle diverse lingue dei mercati fissati come primi target dall’azienda e cioè Regno Unito, Stati Uniti e Germania. In particolare si è deciso di passare su Shopify Advanced, che consente una maggiore flessibilità operativa per poter operare in diversi Paesi sia una migliore integrazione con applicazioni data-driven.

La nuova interfaccia ha, inoltre, migliorato notevolmente la stabilità del sistema e ha incrementato il livello di efficienza sia per gli utenti sia per gli amministratori del sito. Mantenendo coerenza con il look&feel precedente, il sito presenta una User Experience completamente rinnovata, molto fluida e chiara, sia nella fruizione da desktop sia in quella da mobile, consentendo di valorizzare l’offerta dei designers e di guidare l’utente nella ricerca dei prodotti più adatti alle proprie esigenze.

Sistemi di marketing automation evoluti consentono ora agli utenti di essere seguiti nei vari momenti e passaggi di navigazione e garantiscono un’efficacia maggiore sui tassi di conversione.

Per garantire un volume di traffico importante sul nuovo sito e cavalcare l’ultimo quarter dell’anno, è appena partita una campagna media internazionale che coinvolge Social Media, SEM, Display ADV e DEM e che durerà fino a fine 2020.

Roberto Ferrari, Founder e CEO di Design Italy, commenta: “Crediamo che il mondo del design e del made in Italy abbia grandi possibilità all’estero e soprattutto in quest’epoca di “new normal” l’e-commerce sta mostrando grandi potenzialità in mercati già particolarmente sviluppati nel settore del lusso online. Per questa ragione abbiamo messo a punto un piano di espansione all’estero che partirà da Regno Unito e Germania per poi proseguire in Francia e Stati Uniti e, successivamente, in altre geografie di alto potenziale per noi”.

A partire dal lancio, il catalogo conta ad oggi oltre 70 seller tra aziende e designer e circa 2000 oggetti di design ricercati nel settore dell’arredamento, home decor, illuminazione, ma anche limited editions, “one-of-a-kind”, prodotti made to order personalizzabili e collezioni speciali, tutti rigorosamente prodotti in Italia. Tra i nomi di designer e aziende partner: Studio 65, Zanetto, Budri, Paola C, Baleri, Franco Audrito, Martinelli luce, Giacopini, oltre a maestri d’arte eccezionali come Officine di Efesto, Michele Iodice, Archivio Crepax ed altri, con una pipeline di almeno altre 20 aziende già pronte ad abbracciare questo business.

Condividi su:
Title

Ricevi le nostre comunicazioni

per partecipare ai nostri eventi e rimanere aggiornato sulle iniziative della nostra community

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER