Lo scorso 2 ottobre anche GELLIFY è stata presente al Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale, tenutosi presso l’Università Bocconi di Milano e giunto ormai alla sua settima edizione. Edizione che ha visto crescere i numeri delle presenze e che dà un forte segnale del cambiamento cui stiamo assistendo nella nostra società.

In un periodo storico in cui vi è una grande attenzione al tema della sostenibilità, economica, ambientale e sociale, un numero sempre maggiore di aziende accoglie la chiamata ad essere parte di un processo di cambiamento e percepisce il suo ruolo specifico all’interno della società, sia come produttore di beni e servizi, che come promotore di iniziative e progetti sostenibili. Gli stessi Sustainable Development Goals includono al loro interno l’obiettivo ultimo di “Rafforzare gli strumenti di implementazione e rivitalizzazione dei partenariati per lo sviluppo sostenibile” (Goal 17), ad indicarci che la strada da percorrere siano proprio le forme di collaborazione.

Il Salone si pone come momento di raccolta e condivisione delle esperienze significative di partenariati tra aziende, attori del privato sociale e pubbliche amministrazioni, che insieme hanno lavorato e lavorano ad obiettivi comuni, in forme sempre più innovative.

Allo stesso tempo si pone come momento di riflessione sui cambiamenti cui si potrà tendere come imprese e come società tutta. Oggetto di attenzione è infatti “l’apertura ad esperienze diverse, la ricerca di collaborazioni innovative, la capacità di immaginare soluzioni non ancora esistenti. Ma anche l’attenzione al capitale umano e naturale e alla tecnologia come strumento per migliorare la sostenibilità” (pag. 12, I territori della sostenibilità, 2019, Egea Editori).

Sono questi temi che fanno parte del DNA di GELLIFY (quali la tecnologia, l’innovazione, la sostenibilità), e strategici per qualsiasi azienda che voglia porsi in maniera innovativa sul mercato e che voglia trattare l’innovazione non solo come materiale di scambio, ma come punto di partenza di una riflessione interna.

In che modo GELLIFY si pone rispetto a questo nuovo ruolo delle aziende?

Welfare aziendale

GELLIFY sta portando avanti una politica di valorizzazione del proprio capitale umano tramite iniziative di welfare aziendale in collaborazione con Jointly, realtà innovativa del settore, specificamente con la partecipazione all’iniziativa Wellbeing Challenge. Tra le iniziative di People Caring, il Wellbeing è l’area ritenuta più strategica dagli HR delle aziende. Questo perché è sempre più importante seguire uno stile di vita sano ed equilibrato, al fine di avere persone più contente ed appagate all’interno dell’azienda; dopo l’introduzione di programmi di Wellbeing, si osserva un incremento del 10% della retention sui Millennials. Oltre a questo, il Wellbeing è considerato tra i top 3 elementi di employer branding presi in considerazione dai Millennials.

Tale iniziativa vede 5 aziende competere tra loro sui temi della salute fisica e mentale e l’alimentazione, una gara che premia non solo l’azienda stessa, ma anche un’organizzazione non profit (ONP) indicata dall’azienda vincitrice. Insomma, il bene per i dipendenti, ma anche per le ONP del territorio, cui le aziende sono legate, al fine di promuovere partenariati significativi.

 

Startup ad impatto sociale

All’interno del portfolio di GELLIFY vi è anche la startup CrowdChicken che si occupa di servizi di fundraising e comunicazione digitale per il non profit ed ha collaborato con diverse realtà, piccole, medie e grandi, del terzo settore italiano, quali associazioni, cooperative e fondazioni bancarie. CrowdChicken ha già supportato oltre 100 Organizzazioni Non Profit.

Interactive for impact

Infine, la unit Interactive di GELLIFY ha avviato un filone di progetti “Interactive for Impact”, collaborando con realtà del non profit, fondazioni, aziende e pubbliche amministrazioni al fine di co-progettare prodotti e servizi digitali e creare campagne di comunicazione, advocacy ed engagement ad elevato impatto per i target di ciascun progetto. Tra gli ultimi progetti realizzati, in collaborazione con CrowdChicken, la piattaforma Crowd For Life del Gruppo Crédit Agricole Italia pensata come luogo di interazione tra chi cerca fondi per realizzare la propria idea e chi vuole contribuire a supportarla, finanziandola.

Segnaliamo inoltre il progetto di accompagnamento che “Interactive for Impact” ha avviato per Fondazione Cariverona in collaborazione con CrowdChicken all’interno del bando ”Welfare & Famiglia” 2018: alle 12 reti di partenariato selezionate è stata erogata attività di formazione dal forte taglio laboratoriale, modalità che ha consentito agli enti di acquisire strumenti di progettazione più sofisticati e di approfondire alcuni specifici argomenti e, alla Fondazione, di seguire più da vicino le fasi della definizione progettuale, comprendendo meglio il quadro generale delle azioni proposte, delle relazioni attivate, degli obiettivi individuati.

Condividi su: